Penisola Sorrentina
Napoli

Penisola Sorrentina: un tratto di costa indimenticabile

Intro: La Penisola Sorrentina è uno dei tratti di costa più belli d’Italia. Scopri con me i luoghi più suggestivi da vedere!

La Penisola Sorrentina riesce a conquistare il cuore di chiunque la visiti grazie a paesaggi mozzafiato e delizie enogastronomiche.

Il nome della costiera sorrentina deriva, come immaginerai, da Sorrento, la sua città più importante e famosa in tutto il mondo.

Questo tratto di costa è incorniciato da un lato dal Mar Tirreno e dall’altro dalle colline. Una cornice che rende questo luogo uno dei più suggestivi posti da visitare.

Godi di questi scenari pianificando una vacanza dai ritmi lenti e rilassanti di una bellezza sconvolgente.

Negli anni, quelli che erano piccoli borghi di pescatori sono diventati piccole cittadine marinare turistiche della costiera sorrentina.

L’atmosfera che si respira passeggiando tra i vicoletti profuma di limone e salsedine. Riesci già a sentirla?

La stagione più affollata e caotica è l’estate, quindi ti consiglio di visitare la penisola sorrentina in primavera e inizio autunno, i periodi migliori grazie al clima mite.

Scopriamo insieme cosa vedere nella costiera sorrentina.

Penisola Sorrentina: cosa vedere

La penisola sorrentina si trova nel tratto di costa che va da Vico Equense a Sant’Agata dei due Golfi, una frazione di Massa Lubrense.

Nei secoli ha conquistato anche personaggi illustri come Goethe, Dickens, Nietzsche e D’Annunzio.

Sorrento

Sorrento

Sorrento è la città più famosa ed è quella che dà il nome all’intera costiera.

Piazza Tasso è la piazza principale ed è dedicata al celebre scrittore che nacque qui nel 1544, mentre centro è ricco di botteghe, ristoranti e negozietti di souvenir.

Passeggiando incontrerai anche molti chioschi che vendono granite e sorbetti, fatti con i famosi limoni di Sorrento, molto grandi di dimensioni e molto più dolci dei limoni normali.

Tra le cose da vedere a Sorrento, ci sono anche molti monumenti storici come il Sedile Dominova, istituzione medievale amministratrice della città, il Duomo e il complesso conventuale di San Francesco.

Non dimenticare di visitare la Villa Comunale a picco sul mare, dove ti aspetta un panorama spettacolare sul Golfo di Napoli.

Da questo punto, potrai arrivare a Marina Piccola di Sorrento – una spiaggia con stabilimenti balneari, vicina al porto dove partono i traghetti per Napoli e Capri – in due modi: un percorso pedonale oppure un comodo ascensore.

Vico Equense

Vico Equense

Vico Equense è uno di quei paesi che quando li visiti ti chiedi se sia possibile che esistano davvero.

Eretto su un blocco di tufo a 90 metri sul livello del mare, è incastonato tra il Golfo di Napoli, i Monti Lattari e il Golfo di Salerno.

Difficile trovare altrove uno spettacolo simile!

Il centro storico ospita la Cattedrale dell’Annunziata, unico edificio in stile gotico di tutta la costiera sorrentina.

Altri luoghi di interesse da vedere a Vico Equense sono:

  • il Castello Giusso, voluto dagli Angioini;
  • l’Antiquarium: museo con reperti archeologici;
  • Terme di Scrajo, sorgenti di acqua sulfurea dalle proprietà benefiche;
  • Casali, piccoli borghi organizzati sorti intorno a Vico, dove si producono prodotti caseari.

Sant’Agnello

Sant'Agnello

Sant’Agnello si trova su un blocco tufaceo tra il Golfo di Napoli e quello di Salerno ed è diviso in 5 rioni:

  1. Angri;
  2. Cappuccini;
  3. Colli di Fontanelle;
  4. Maiano;
  5. Tordara-Trasaella.

Il Rione Angri è quello più antico, tra le cose da vedere a Sant’Agnello c’è:

  • la Chiesa della Santissima Annunziata;
  • Villa Crawford dal nome dello scrittore che la ristrutturò;
  • la Cereria Sessa, l’unica a mantenere una produzione artigianale di cera d’api.

A Rione Cappuccini, puoi visitare la Chiesa e il convento dei Cappuccini del 1586 e il Belvedere Marinella, a picco sul mare.

Non dimenticare di visitare la Parrocchia Natività di Maria Vergine (in foto), una chiesa barocca risalente al 1800 sui Colli di Fontanelle di Sant’Agnello.

La sua peculiarità sono i campanili laterali sormontati da sfere metalliche che riflettono il sole, realizzando giochi di luce molto particolari.

Piano di Sorrento

Piano di Sorrento è un piccolo paese della penisola sorrentina le cui origini sembrano risalire al paleolitico.

Tra i luoghi da vedere c’è Villa Fondi de Sangro con all’interno il museo archeologico Georges Vallet.

L’edificio storico è costruito su una terrazza panoramica, circondata da un parco ricco di agrumi, ulivi e specie botaniche particolari.

A Piano di Sorrento potrai visitare anche:

  • Basilica di San Michele Arcangelo;
  • Chiesa della Santissima Trinità e la torre campanaria quadrata con l’orologio del 1765;
  • Chiesa della Misericordia con altare policromo in marmo del 1700.

Meta di Sorrento

Meta di Sorrento è diventata famosa nel IX secolo grazie all’eccellenza della sua Marina Mercantile.

Passeggiando nel suo centro storico verrai avvolto nell’atmosfera autentica delle labirintiche viuzze e chiese da scoprire.

Il paesino è davvero piccolo ma offre luoghi di interesse turistici da vedere, come:

  • Basilica di Santa Maria del Lauro, deve il nome al fatto che una contadina trovò una statua della Madonna tra un cespuglio di lauro;
  • Chiesa della Santissima Annunziata, con una cappella realizzata interamente in tufo.

Meta di Sorrento è divisa in due parti: “di sopra”, la parte alta del paese e “di sotto”, la zona delle due spiagge, Marina di Alimuri, costituita da sabbia e Spiaggia di Meta, composta da ciottoli.

Massa Lubrense

Massa Lubrense

Massa Lubrense è un borgo marinaro autentico e verace, poiché è riuscito a custodire la bellezza della sua origine e delle sue tradizioni.

La città è bagnata dal Golfo di Napoli e da quello di Salerno e potrai visitare il centro città ricco di edifici storici, ma anche scoprire i dintorni caratterizzati da sentieri escursionistici.

Tra le cose da vedere a Massa Lubrense, ti consigliamo:

  • Cattedrale Santa Maria delle Grazie, con pavimento maiolicato di scuola napoletana del ‘700;
  • Marina della Lobra, pittoresco borgo con tipiche casette a ridosso del porticciolo;
  • Marina di Puolo, dove si trovano resti delle colonne di un tempio di Ercole;
  • Punta Campanella: riserva naturale marina protetta patrimonio del WWF, che comprende la Torre di Punta Campanella (antica torre di avvistamento saracena) e la Baia di Ieranto (parco marino protetto dal FAI).

Nerano

Nerano

Nerano è una frazione di Massa Lubrense, da tutti conosciuta per i suoi scorci mozzafiato.

Prende il nome dalla villa che l’imperatore Nerone fece costruire in questa zona.

Il sentiero escursionistico che in circa un’ora ti porterà alla stupenda Baia di Ieranto inizia proprio da questa zona.

Nerano è rinomata anche per la Marina del Cantone, spiaggia che la leggenda riconosce come quella dove vivevano le sirene ammaliatrici di Ulisse.

Dalla spiaggia parte il percorso fino all’incantevole spiaggia di Recommone.

Il mare di Nerano è ideale per chi ama le immersioni subacquee, per il fondale ricco di rocce e l’acqua trasparente.

La Penisola Sorrentina ti aspetta!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *