Napoli e l'amore
Napoli

Napoli e l’Amore: a Capodimonte “obbligo di baciarsi”, please!

Intro: Napoli e l’amore è un connubio perfetto. Nasce sul belvedere di Capodimonte la prima via dove vige “obbligo di baciarsi”!

Da un’iniziativa di Art Attack, realizzata da Adrian Di Capua e e da Carlo Restaino, consigliere di Europa verde alla III Municipalità, appare il cartello “Kiss…Please” sulle scale della principessa Jolanda a Capodimonte.

Un segnale che somiglia molto ai cartelli stradali di obbligo, recita “Baciatevi…Per favore” e invita gli innamorati a dedicarsi un momento di tenerezza.

Sono anni ormai che alcuni volontari tengono pulite le scale della principessa Jolanda, per rilanciare la zona e renderla più sicura.

L’iniziativa può essere un ottimo spunto per rivalutare il punto più panoramico di Capodimonte, con la vista di via Santa Teresa e del mare fino a Capri.

Un invito a considerare il connubio di Napoli e l’amore, in tutte le forme e contro qualsiasi pregiudizio, sia verso la persona amata che verso la propria terra.

Napoli e l’amore: contro qualsiasi pregiudizio

Il segnale di obbligo a baciarsi, spiega Carlo Restaino:

“Vuole essere un invito all’amore in tutte le forme e contro qualsiasi pregiudizio. L’idea è quella di rendere il visitatore parte del magnifico paesaggio che abbiamo la fortuna di avere in dote. Un bacio in questa splendida cornice deve poter esprimere anche l’amore per la propria terra. Vorrei che Napoli ma soprattutto Capodimonte diventasse ufficialmente il paese dell’amore come lo testimoniano già la presenza di numerosissime canzoni. Ma immaginate le tante persone che verranno qui ad ammirare questo panorama per poi manifestare il proprio amore?”

Molti volontari in città hanno adottato e stanno adottando zone di Napoli per proteggerle dall’incuria e dalla devastazione. Anche questa è una dimostrazione d’amore!

La scalinata della principessa Jolanda e il Tondo di Capodimonte

Questa scala rivoluzionò la storia del quartiere Capodimonte, creando un collegamento rapido con i Colli Aminei e con la Reggia nel Bosco.

L’opera dell’architetto Niccolini fu dotata anche del belvedere, di alcuni sedili in pietra e di un piccolo tondo con al centro un albero.

Mentre la parte anteriore della scala è un piccolo parco con giardino all’inglese.

Le scale e i giardini furono intitolati nel 1907 alla principessa Jolanda di Savoia, primogenita del re Vittorio Emanuele III, amata in tutta Italia e per questo anche a Napoli le fu dedicato un luogo.

Vi consiglio di inserire la visita alla Via dell’Amore in un itinerario destinato a Capodimonte, alla sua Basilica, al Bosco e al Tondo con le sue scale.

Proprio accanto alla Basilica troverai le Catacombe di San Gennaro, clicca qui per scoprirne di più.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.