Ercolano
Napoli

Ercolano: cosa vedere

Intro: La città di Pompei è spesso menzionata riguardo l’eruzione vulcanica del Vesuvio nel 79 d.C. Ma anche Ercolano ne fu interessata. Scopriamo cosa vedere!

Ercolano fu interessata dall’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C, anche se in misura minore.

Pompei fu ricoperta da un grande strato di cenere e fango, mentre Ercolano fu sommersa da una colata lavica di 20 metri di spessore.

Per questo le case qui sono molto meglio conservate che a Pompei e sono abbastanza intatte, soprattutto ai piani superiori.

La maggior parte dei reperti archeologici di Ercolano si trovano ora al Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

Ercolano fu scoperta per caso nel 1709 durante la costruzione di un pozzo e se la confronti a Pompei ti imbatterai in due città completamente diverse.

Cosa vedere a Ercolano

Ercolano è molto più piccola di Pompei e puoi vedere tutto in mezza giornata, tanto da poter facilmente abbinare un’altra visita per completare l’itinerario di un giorno.

L’area archeologica dista solo 15 minuti dalla stazione ferroviaria di Napoli.

Puoi combinare una visita al Vesuvio, ad esempio, perché dalla stazione dei treni di Ercolano partono i bus Vesuvius Express per la cima del vulcano.

È consigliabile prenotare una visita guidata accompagnati da un archeologo ad Ercolano, perché forniscono tutti i dettagli utili che altrimenti non saresti in grado di sapere.

Oltre al suggestivo parco archeologico, la città è famosa per le Ville Vesuviane, a pochi passi dal centro.

La lava incandescente ha permesso di trovare intatti non solo gli edifici, ma anche materiali come il legno, i mosaici, le monete, i tessuti e alcuni papiri.

Qui ad Ercolano è stata ritrovata l’unica Biblioteca del mondo antico giunta intatta fino a noi, la Villa dei Papiri.

Ti consiglio di soffermarti ad ammirare:

  • Le Fornaci;
  • Terme Suburbane;
  • Casa dei bassorilievi di Télefo;
  • Grande Taverna;
  • Casa del Grande Portale;
  • Panetteria di de Sex. Patulcus Felix;
  • Casa del Colonnato Toscano;
  • Casa dei due Atri;
  • Terme degli Uomini;
  • Casa dell’Atrio del Mosaico;
  • Terme delle Donne;
  • Teatro;
  • Area del Mercato;
  • Casa di Nettuno e Anfitrite;
  • Casa dello Scheletro.

☞ Consiglio: Scarica gratuitamente questa mini guida in pdf sul tuo telefono, per avere tutte le informazioni essenziali sugli scavi archeologici.

Orari, Biglietti e Tour Organizzati

Per visitare gli scavi di Ercolano puoi prenotare:

Ti consiglio sempre di verificare la disponibilità, grazie a questo calendario:

Gli orari di apertura degli scavi archeologici sono:

  • Dal 16 marzo al 14 ottobre, dalle 9:30 alle 19:30 (ultimo ingresso 18:00);
  • Dal 15 ottobre al 15 marzo, dalle 8:30 alle 17 (ultimo ingresso 15:30);
  • Chiuso tutti i mercoledì, il 1° gennaio e il 25 dicembre.

Come arrivare

Il Parco Archeologico di Ercolano si trova in Corso Resina, 187 e dista circa 12 chilometri dal centro di Napoli.

Puoi arrivare in due modi:

  1. In auto: troverai diversi parcheggi privati ​​vicino all’ingresso ed è possibile parcheggiare anche nel parcheggio comunale di Viale dei Papiri Ercolanesi;
  2. Trasporti Pubblici: Da Napoli il modo più economico è dalla Stazione Centrale – Piazza Garibaldi prendere i treni della Circumvesuviana per Sorrento (Linea 1). Dopo una quindicina di minuti scendi alla fermata “Ercolano Scavi “, dopodiché sono solo dieci minuti a piedi dall’ingresso. I treni passano da 2 a 3 volte all’ora e un biglietto di andata e ritorno ti costerà circa 5 euro (puoi acquistare i biglietti alla stazione).

La soluzione logistica migliore per ottimizzare i tempi e non stressarti è prenotare un Tour da Napoli:

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.