Sentiero degli dei
Campania,  Salerno

Sentiero degli Dei: itinerario a piedi da Agerola a Nocelle

Intro: Il Sentiero degli Dei è un percorso naturalistico che regala panorami e scorci indimenticabili. Scopriamo insieme questo itinerario a piedi da Agerola a Nocelle!

Il Sentiero degli Dei è il percorso ideale per chi ama la natura, le escursioni avventurose e il trekking, poiché è un itinerario a piedi nella Costiera Amalfitana, lungo circa 9 km.

La passeggiata parte da Agerola e termina a Nocelle, una frazione di Positano, situata alle pendici del Monte Pertuso.

Completamente immerso in una natura incontaminata, regala a chiunque decida di intraprenderlo dei panorami indimenticabili e unici al mondo.

In questo articolo cercherò di darvi le informazioni turistiche necessarie per affrontare il percorso e soprattutto dei consigli di carattere pratico per ottimizzare i tempi.

Sentiero degli Dei: natura incontaminata

Italo Calvino descrive il sentiero affermando:

“Quella strada sospesa sul magico golfo delle “Sirene” solcato ancora oggi dalla memoria e dal mito”.

Questa è la frase che troverai ad accoglierti su mattonelle di ceramica all’inizio del percorso.

Un itinerario immerso in una natura dove gli interventi dell’uomo sono assolutamente non invasivi e consistono in barriere protettive e segnaletica.

Per il resto, è la macchia mediterranea a fare da padrona incontrastata a questa passeggiata, che dura all’incirca 7 ore e mostra scorci sui Monti Lattari e, alcune volte, sull’isola di Capri in lontananza all’orizzonte.

Il nome deriva dalla leggenda secondo la quale questo è il luogo dove le divinità greche passarono per salvare Ulisse dalle Sirene, adagiate sull’isola de Li Galli.

Insomma, è un posto paradisiaco che profuma di lecci, rosmarino ed erica.

Come arrivare al Sentiero degli Dei

Con l’auto dovete imboccare l’autostrada A3 (indicata anche come E45 sulle mappe) e percorrerla fino all’uscita Castellammare di Stabia.

Proseguire in direzione Gragnano/Lettere/Agerola/Amalfi e immettervi sulla statale SS 366 in direzione Agerola.

Seguite le indicazioni per Bomerano e parcheggiate sulle strisce bianche nei pressi della piazzetta.

In caso non ci fossero posti, è possibile parcheggiare l’auto in un parcheggio a pagamento nei pressi dello stadio, pagando 5€ per l’intera giornata.

Con gli autobus, puoi raggiungere il Sentiero degli Dei da:

  • Napoli: autobus Sita 5080 dalla stazione centrale fino ad Agerola;
  • Amalfi: autobus della Sita fino alla fermata Bomerano;
  • Positano: bus fino ad Amalfi e poi, prendere l’autobus Amalfi/Agerola;
  • Sorrento: bus fino ad Amalfi, via Positano, e poi quello Amalfi/Agerola.

Sentiero degli Dei: durata, percorso, cosa vedere

Il Sentiero degli Dei è un unico percorso naturalistico, tuttavia non tutti sanno che esistono due modi di percorrerlo: uno più impegnativo e con più salite, mentre l’altro più semplice e suggestivo.

Se amate l’avventura, siete allenati e non vi spaventa camminare in salita, il primo è il percorso che fa per voi e vi condurrà ad un’altezza di circa 1070 metri.

Al contrario, se preferite una passeggiata meno faticosa, il secondo percorso vi accompagnerà in modo più facile in luoghi suggestivi.

Entrambi i percorsi partono da Bomerano, frazione di Agerola, ad un’altezza di circa 633 metri a picco sul mare e segnalati da un cartello in bianco e rosso con la scritta 02.

L’itinerario completo ti mostrerà terrazze panoramiche, panchine immerse nel verde e scenari mozzafiato sui Faraglioni dell’isola di Capri, Punta Penna, l’isola Li Galli e i Monti Lattari.

Ammirerai anche il meraviglioso canyon di Vallone Porto e, lungo il percorso, troverai sorgenti di acqua fresca potabile.

Il Sentiero degli Dei “alto”

Questo itinerario è definito “sentiero alto” perché costituito da molti tratti in salita e quindi più difficoltoso per chi non è allenato.

Arriva fino a Santa Maria di Castello, un valico fra Vico Equense e Positano, ad un’altezza di 670 metri, e raggiunge Capo Muro, a circa 1073 metri.

Il Sentiero degli Dei “basso”

Il “sentiero basso” è conosciuto come quello più semplice per chi non vuole affaticarsi troppo e vuole godersi panorami suggestivi.

Incontrerete luoghi come la Grotta del Biscotto e il Colle Serra, dove una arrivati inizierà un percorso un pochino più tortuoso, ma comunque fattibile.

Sarai completamente immerso nel verde e nel profumo della Macchia Mediterranea.

Una volta arrivato a Nocelle, hai due soluzioni per scendere a Positano: prendere un bus navetta oppure affrontare 1500 gradini.

In passato, questa scala era l’unica via di collegamento.

Grotta del Biscotto, il Pistillo e i Villaggi Rupestri

Durante tutto il percorso sono presenti scorci mozzafiato, tuttavia ci sono alcuni luoghi particolarmente degni di nota e attenzione.

Dopo poco la vostra partenza da Bomerano, incontrerete la Grotta del Biscotto, una cavità a 528 metri sul livello del mare, che regala meravigliosi scenari su precipizi e dirupi.

Oltrepassando la grotta, vi ritroverete ad ammirare i Villaggi Rupestri, antichi insediamenti (sembra risalgano alle incursioni saracene) scavati direttamente nella roccia, che sembrano sospesi a mezz’aria a picco sul mare.

Non sono gli unici due luoghi capaci di togliere il fiato, perché anche il Pistillo non è da meno: uno sperone di roccia con alla base una irta guglia calcarea che ricorda un pistillo, appunto.

Informazioni utili

Per intraprendere questo percorso, esistono delle informazioni pratiche da considerare e tenere in mente prima di partire.

Il Sentiero degli Dei è lungo 9 km andata e ritorno, per i quali impiegherete circa 7 ore per andare e tornare, quindi è consigliabile partire la mattina presto.

Pianificare di arrivare alla partenza per le 9 di mattina, vi consentirà di rientrare per le 16, in modo che nel periodo estivo godrete delle ore di luce piena e in inverno non sia già buio.

Indossate abbigliamento comodo e sportivo, con scarpe da trekking o con suola antiscivolo e portate uno zainetto con acqua e cibo.

Per mangiare potete scegliere di fare un pic-nic lungo la strada oppure fermarvi a uno dei ristoranti o trattorie di Nocelle.

Il percorso non è adatto a chi soffre di vertigini e a bambini molto piccoli, poiché non è possibile percorrerlo con passeggini.

Vi ricordo che il sentiero è sempre aperto, essendo un percorso di montagna e per effettuare la passeggiata non si paga nulla, è gratuito.

La protezione civile chiude il passaggio solo in caso di frane, smottamenti, incendi o situazioni di emergenza e pericolo.

Il periodo migliore per visitarlo sono i mesi di aprile – maggio e settembre – ottobre, quando non c’è sole battente oppure rischio di piogge.

Non è necessario avere una guida, anche se ovviamente fa molta differenza perché può offrire un’esperienza più sicura e appagante.

Potete prenotare il Sentiero degli Dei facendo un tour con partenza da Napoli, Agerola, Vico Equense, Castellammare, Lettere, Pompei o altri paesi.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.